Milano, 11 feb. (LaPresse) – Il presidente del Consiglio uscente, Giuseppe Conte, benedice Draghi e un esecutivo di unità nazionale auspicando che “questo nuovo governo possa formarsi al più presto e che il Paese possa essere quanto prima in sicurezza”. Ma al ‘Corriere della Sera’, in un colloquio telefonico, spiega: “È evidente che, essendo il quadro delle forze che si dichiarano disponibili ad appoggiare la maggioranza molto esteso, possa risentirne la coesione tra le forze stesse”. Secondo Conte il rischio è che “aumentino le difficoltà nell’azione di governo, rispetto a questioni che esulino dalla stretta emergenza”. Quanto al suo futuro personale, Conte chiarisce: “Il rapporto col M5S è stato, è e sarà sempre ottimo, qualsiasi forma prenderà. Ma io non ambisco a incarichi personali o formali. L’importante è avere una traiettoria, un percorso politico da offrire al Paese, agli elettori che saranno convinti di questo progetto”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata