Wellington (Nuova Zelanda), 10 feb. (LaPresse/AP) – Un potente terremoto di magnitudo 7.7 ha colpito il nord della Nuova Zelanda, provocando un’allerta tsunami nella regione. L’agenzia geologica degli Stati Uniti ha riferito che l’epicentro è stato localizzato a una profondità di 10 chilometri a sud-est delle Isole della Lealtà, nella Nuova Caledonia. Non si prevede che causi danni significativi o vittime sulla terraferma. Il Centro di Allerta Tsunami degli Stati Uniti ha emesso un allerta tsunami per Nuova Zelanda, Fiji, Vanuatu e altre isole del Pacifico. La regione è soggetta a terremoti perché si trova lungo il ‘Ring of Fire’ del Pacifico, una serie di linee di faglia sismiche intorno all’oceano a forma di ferro di cavallo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata