Milano, 10 feb. (LaPresse) – I due anticorpi monoclonali di Eli Lilly bamlanivimab ed etesevimab insieme “potrebbero potenzialmente essere efficaci contro una gamma più ampia di varianti di SARS-CoV-2 presenti in natura, nuovi ceppi che si sono diffusi in tutto il mondo”. A dirlo in una nota Daniel Skovronsky, direttore scientifico di Lilly e presidente Lilly Research Laboratories. “Bamlanivimab da solo con autorizzazione all’uso in emergenza ha già dato a molte persone una possibilità di cura che potrebbe prevenire i ricoveri – ha aggiunto Skovronsky – Siamo entusiasti di aggiungere ora un’ulteriore opzione terapeutica con un beneficio clinico dimostrato”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata