Roma, 9 feb. (LaPresse) – “Buone notizie” e “segnali importanti” sarebbero in arrivo dall’Europa sul fronte vaccini, per quel che riguarda il recupero e l’allargamento di alcuni contratti. Lo avrebbe detto il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi alle delegazioni incontrate questa mattina secondo quanto riferito da alcuni partecipanti. L’ex presidente Bce avrebbe poi insistito sulla necessità di mettere in campo una campagna di vaccinazione ‘a tappeto’, dando priorità a professori e docenti, e sulla necessità di andare avanti con i tamponi rapidi, specie per quel che riguarda gli studenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata