Genova, 9 feb. (LaPresse) – Nell’inchiesta aperta dalla procura di Genova sulla gestione del coronavirus dentro le Rsa sono stati scritti altri 6 nomi sul registro degli indagati. Indagati che, quindi, sono passati da 6 a 12. I pubblici ministeri Stefano Puppo e Daniela Pischetola, coordinati dal procuratore aggiunto Francesco Pinto, hanno messo nel mirino sei Rsa: Residenza Anni Azzurri Sacra Famiglia, Centro di riabilitazione, Don Orione Paverano, La Camandolina, Residenza San Camillo e Residenza Protetta Torriglia a Chiavari. Il direttore del laboratorio di Igiene del San Martino Giancarlo Icardi ha, intanto, preparato una prima relazione sui decessi. Si sta lavorando per capire se fossero già presenti casi di coronavirus nel gennaio del 2020.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata