Roma, 9 feb. (LaPresse) – La cosiddetta variante inglese del coronavirus manifesta in termini di trasmissibilità “un aumento per tutte le fasce di età, compresi i bambini. Ci sono ancora molti studi in corso, ma al momento non sembra che la variante inglese abbia come target specifico i bambini, non li infetta in maniera particolare rispetto agli altri”. E0 quanto si legge nelle Faq dell’Iss sulle varianti del covid. “Per quanto riguarda le altre varianti i dati non sono ancora sufficienti a formulare ipotesi”, si legge ancora.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata