Milano, 7 feb. (LaPresse) – “Come sempre, spetterà agli Stati membri decidere i prossimi passi, e sì, questi potrebbero includere sanzioni. Abbiamo anche un altro strumento in tal senso, grazie al regime di sanzioni per i diritti umani dell’Ue recentemente approvato”. Lo chiarisce l’Alto rappresentante per gli Affari esteri dell’Ue Josep Borrell in una nota pubblicata sul blog ufficiale in cui esprime “profonda preoccupazione per le prospettive di sviluppo della società russa e per le scelte geostrategiche della Russia”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata