Roma, 6 feb. (LaPresse) – “Non commento i sì o i no degli altri, ma li rispetto. So che in questi giorni mi chiamano, anche dal mio partito, la Lega, per dire non fare gli interessi del partito ma del Paese”. Lo dice il segretario della Lega, Matteo Salvini, al termine delle consultazioni con il presidente incaricato, Mario Draghi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata