Roma, 6 feb. (LaPresse) – “Non abbiamo chiesto né chiederemo posti, lasciamo al professor Draghi come comporre la squadra. Semplicemente, essendo noi il primo partito d’Italia, non accettiamo di sentirci dire dei no dagli altri. Ma credo sia convenienza di Draghi amalgamare quanto più e possibile”. Lo dice il segretario della Lega, Matteo Salvini, al termine delle consultazioni con il presidente incaricato, Mario Draghi. “Se è il governo dei no, degli stop e del non facciamo niente abbiamo già dato in passato”, aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata