Roma, 6 feb. (LaPresse) – “A differenza di altri riteniamo che in questo momento non è possibile andare avanti a colpi di no. Quindi, anticipo eventuali domande su Grillo, i Cinquestelle, Leu, la Boldrini, il Pd: noi siamo diversi, nel senso che non abbiamo pregiudizi, perché quello di cui abbiamo parlato con Draghi è il futuro dei nostri figli”. Lo dice il segretario della Lega, Matteo Salvini, al termine delle consultazioni con il presidente incaricato, Mario Draghi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata