Milano, 4 feb. (LaPresse) – Per il vaccino italiano Reithera c’è “un tempo di sviluppo più lento, siamo ancora alla programmazione dello studio di fase due che andrà attuato, penso che almeno 4-6 mesi, in funzione anche dei risultati, siano necessari per questa fase che di solito prende almeno un semestre”. Così il direttore generale dell’Aifa, Nicola Magrini, ospite di ’24 Mattina’ su Radio24.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata