Milano, 3 feb. (LaPresse) – “In merito ad alcuni articoli apparsi sulla stampa, la direzione generale Welfare di Regione Lombardia smentisce categoricamente la notizia che attribuisce ad un medico della Uo Prevenzione, Danilo Cereda, la responsabilità di un’errata trasmissione di dati che avrebbe decretato l’erronea attribuzione della fascia rossa alla Lombardia”. Lo precisa una nota della Regione Lombardia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata