Naypyitaw (Myanmar), 1 feb. (LaPresse/AP) – L’esercito del Myanmar ha annunciato che si tornerà a votare al termine dello stato di emergenza di un anno, dichiarato dopo aver preso il controllo del Paese e aver arrestato la leader Aung San Suu Kyi. L’annuncio è arrivato dalla tv Myawaddy controllata dai militari dopo una precedente dichiarazione secondo cui tutte le funzioni governative sarebbero state trasferite al capo militare generale Min Aung Hlaing in base a una disposizione della costituzione del 2008 emessa sotto il governo militare. Nell’annuncio all’emittente tv i militari avrebbero assicurato che, una volta tenute le elezioni, avrebbero ceduto il potere al vincitore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata