Finale di stagione thriller ad Abu Dhabi: il sorpasso decisivo dopo l'uscita della safety car per una vittoria che vale il titolo

Max Verstappen vince il Gp di Abu Dhabi al termine di una finale thrilling e conquista il titolo mondiale per la prima volta in carriera. All’ultimo giro il pilota olandese sfruttando la safety car a quattro giri dal termine, appaia Hamilton che era in totale controllo della gara, si mette in scia dell’inglese e lo sorpassa a poche curve dal traguardo. 

La gara sembra già decisa al primo giro quando Hamilton una partenza perfetta, supera al via l’olandese in pole che alla prima chicane cerca subito di superare il rivale della Mercedes. I due si toccano, Verstappen si posiziona davanti all’inglese che taglia la curva e si riprende la prima piazza. Per la Fia il contatto tra Hamilton e Verstappen non necessita di investigazione. A metà gara il pilota della Red Bull si riavvicina ad Hamilton grazie al lavoro di Sergio Perez che rallenta la corsa dell’ingleee dopo il pit stop, per poi giocarsi tutto con un pit-stop disperato. Verstappen non riesce a recuperare il gap di 17″ dal rivale ma a quattro giri dal termine arriva la safety car che spariglia le carte. Verstappen, che ha effettuato il pit stop, con gomme nuove, supera il rivale a pochi giri,. Hamilton cerca il controsorpasso ma non riesce l’impresa. Per l’olandese è il primo titolo mondiale a 24 anni. Quando esce dall’abitacolo non nasconde le lacrime e viene sommerso dagli abbracci dei meccanici. 

La gioia di Verstappen: “Folle e pazzesco. Sono felicissimo”

“E’ stato folle. Perez è stato straordinario. Io adoro il mio team, voglio continuare con la Red Bull per il resto della vita. E’ pazzesco quello che è accaduto, sono felicissimo. Il nostro obiettivo era vincere il campionato e ci sono riusciti”. Così Max Verstappen, pilota della Red Bull, al termine della vittoria al Gp di Abu Dhabi che lo ha consacrato campione del mondo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata