Coronavirus, a Napoli l'eccellenza della stampa 3D

Il macchinario produce DPI a servizio dell'emergenza

Il Comune di Napoli ha strutturato una task force per riuscire a fornire in tempi rapidi le strutture ospedalieri di DPI stampati con tecnologia 3D. "Il problema contro il quale ci scontriamo oggi è la certificazione dei prodotti - afferma Alessandro Manzo, direttore di 3DnA, azienda leader al Sud di stampa 3D - e di questo si sta occupando la task force, composta da due assessorati, l'Università Federico II, il Cesma (Centro di Servizi Metrologici Avanzati) e le aziende. In questo modo contiamo di ottenere quanto prima le certificazioni per fornire i presidi ospedalieri di DPI, riducendo notevolmente i tempi di approvvigionamento e assicurando una fornitura costante".