Il presidente della Regione Emilia-Romagna: "Vengano accertati i fatti e applicata la legge con il massimo rigore"

“Quanto accaduto a Rimini è di una gravità inaudita. Siamo vicini alle persona ferite, fra cui un bambino. Prima di ogni altra cosa, il pensiero va a loro e ai loro cari. Grazie alle forze dell’ordine per il pronto intervento che ha portato al fermo dell’aggressore”.

Lo ha dichiarato il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, commentando quanto accaduto a Rimini, dove un uomo, trovato senza biglietto al momento del controllo, avrebbe accoltellato i due controllori e ferito nella fuga altre tre persone, tra cui un bambino, ricoverato in rianimazione in prognosi riservata. “Siamo in contatto costante con il Comune per seguire gli sviluppi della vicenda e a disposizione dei familiari per qualsiasi necessità”, ha aggiunto il presidente. “Ora vengano accertati i fatti e applicata la legge con il massimo rigore, nei confronti di chi si è reso colpevole di un fatto drammatico e inaccettabile”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: