Il leader della Lega: "Bonafede venne a dirci in Aula che era tutto sotto controllo"

(LaPresse) “Io esprimo solidarietà alle forze dell’ordine che fanno il loro lavoro e, se qualcuno sbaglia in divisa, paga doppio”. Lo ha dichiarato il leader della Lega Matteo Salvini, fuori dal Senato, commentando le violenze nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. “Detto questo, nelle carceri oggi lavorano 40mila donne e uomini della Penitenziaria che non possono essere definiti ‘macellai’. Se a Santa Maria qualcuno ha sbagliato… il ministro era Bonafede, e il ministro venne in Aula a dirci che era tutto sotto controllo, che era tutto regolare, che era tutto tranquillo. Quindi andate a chiedere a Conte e Bonafede cos’è successo un anno e rotti fa. Io oggi sarò in quel carcere a testimoniare il mio supporto al comandante e a tutti gli agenti della Penitenziaria che fanno bene il loro lavoro. Poi… c’è un indagine… se qualcuno ha sbagliato, pagherà”, ha concluso Salvini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata