19 corpi riesumati dalle fosse comuni del massacro del luglio '95 nuovamente sepolti

Nel 26esimo anniversario della strage di Srebrenica nella piccola cittadina della Bosnia si sono tenuti i funerali di 19 vittime, i cui corpi sono stati identificati nelle fosse comuni. L’11 luglio 1995 le milizie dei serbi di Bosnia guidate dal generale Ratko Mladic uccisero oltre 8 mila bosniaci musulmani, nell’episodio più sanguinoso della guerra nella ex Jugoslavia. I 19 cadaveri vengono sepolti nel cimitero-memoriale dove riposano oltre 6.600 corpi di persone uccise nel massacro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata