Secondo Muriel Bowser ci sarebbero "nuove minacce da parte di atti ribelli di terroristi interni"

Mentre gli Stati Uniti si preparano al giuramento e all’insediamento del presidente eletto Joe Biden, la sindaca di Washington, Muriel Bowser ha richiesto che venga rafforzata la sicurezza in previsione proprio della cerimonia di inaugurazione del mandato democratico, dopo l’attacco al Campidoglio portato avanti dai supporter di Trump il 6 gennaio. “Crediamo fermamente che la 59esima inaugurazione presidenziale il 20 gennaio richiederà un approccio molto diverso rispetto alle precedenti inaugurazioni dato il caos, i feriti e i morti a cui ha assistito il Campidoglio degli Stati Uniti durante l’insurrezione”,  ha scritto Bowser in una lettera a Chad Wolf, il segretario ad interim del Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti.

La prima cittadina ha richiesto una “dichiarazione pre-disastro” per il distretto per fare approvare l’assistenza federale e ha citato “nuove minacce da parte di atti ribelli di terroristi interni”, chiedendo così che il periodo di sicurezza previsto per l’inaugurazione di Biden sia prolungato da lunedì al 24 gennaio e che il Campidoglio sia incluso nel perimetro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata