L'ordigno era riemerso sugli argini del fiume Po, vicino a Borgoforte. La località, abitata da 2600 persone, è stata evacauta per consentirne il trasferimento a Medole

(LaPresse) La forte siccità degli ultimi mesi ha fatto riemergere un ordigno della Seconda Guerra Mondiale sugli argini del fiume Po, a Borgoforte in provincia di Mantova. La località, abitata da circa 2600 persone, è stata evacuata e la bomba è stata trasportata a Medole dove poi è stata fatta brillare. Nelle immagini, il momento dell’esplosione dell’ordigno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata