Così l'avvocato Federico Cecconi dopo le richieste di condanna da parte della Procura al processo

(LaPresse) Per la richiesta di una condanna a 6 anni e la confisca di oltre 10,8 milioni di euro a Silvio Berlusconi “volete che vi dica che sono sorpreso? Non sono sorpreso”. Lo ha detto l’avvocato Federico Cecconi, legale di Silvio Berlusconi, dopo le richieste di condanna da parte della Procura al processo Ruby ter. “È un processo dove da anni la Procura continua con la sua prospettazione accusatoria. Io credo che noi abbiamo argomenti solidi, molto solidi per arrivare ad una definizione assolutoria per tutte le contestazioni effettuate a Silvio Berlusconi dalla A alla V, dalla A di Amarghioalei, che è la prima persona a cui viene contestato di essere stata pagata da Silvio Berlusconi alla v di Visan. E ho detto tutto”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata