“È bello che la commemorazione non sia solo con i familiari, ma condivisa con tutta la collettività”. Lo ha detto il generale dell’Arma dei carabiniere Giovanni Nistri a margine della deposizione delle corone in memoria dei tre carabinieri trucidati esattamente trenta anni fa a Pilastro, quartiere perifico di Bologna. “Il dolore è ancora forte, ma commemorare è importante perché significa mettere insieme la memoria, condividerla e di trarre conclusioni”, prosegue il generale Nistri. “Non sempre si riesce al meglio a sentire la comunità, ma ci sono episodi come questo che fanno ben sperare che la comunità possa evolvere ed essere cementata. Soprattutto in un periodo in cui ce n’è tanto bisogno, come questo”, ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata