Natale Hi-Tech in Vaticano: Messa in mondovisione 4k via satellite

Con le nove moderne telecamere dislocate fra l'interno e l'esterno della Basilica, il segnale video viene declinato nello stesso tempo anche negli altri formati - HD e SD - e messo a disposizione di tutti gli operatori televisivi internazionali collegati via satellite al circuito EBU

Un altro Natale HiTech in Vaticano. La messa della Notte di Natale celebrata da Papa Francesco nella Basilica di San Pietro viene diffusa in mondovisione e su tutte le piattaforme. Con l'obiettivo di agevolare la condivisione della cerimonia a livello planetario attraverso i media, le istituzioni comunicative del Vaticano hanno approntato un assetto capace di rispondere anche alle più moderne sfide tecnologiche senza trascurare le esigenze delle aree del mondo meno evolute dal punto di vista tecnico.

In particolare, per venire incontro alle richieste dei broadcaster più avanzati, Vatican Media, la struttura del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede che si occupa dell'audiovisivo, realizzerà la ripresa televisiva della cerimonia nello standard 4K HDR che permette un altissimo livello qualitativo delle immagini. Grazie all'impiego di nove moderne telecamere dislocate fra l'interno e l'esterno della Basilica, il segnale video verrà declinato nello stesso tempo anche negli altri formati - Alta Definizione (HD) e Definizione Standard (SD) - e messo a disposizione di tutti gli operatori televisivi internazionali collegati via satellite al circuito EBU.

In Italia la trasmissione live parte alle 21.30 su Rai Uno via digitale terrestre in HD e in SD nonché via satellite su Rai 4K al canale 210 della piattaforma satellitare gratuita Tivùsat in formato 4K (detto anche Ultra HD). Quest'ultima iniziativa, resa possibile dalla consolidata collaborazione fra Rai, Rai Way, Tivùsat ed Eutelsat, in coordinamento con Vatican Media, assicurerà agli utenti dotati di apparati compatibili la ricezione di immagini in altissima qualità attraverso il satellite HOTBIRD di Eutelsat. La stessa qualità delle immagini sarà diffusa per la prima volta a tutti i broadcaster europei aderenti al circuito EBU. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata