Famiglia, Bassetti: "Non è un fatto privato né menù da cui scegliere ciò che si vuole"

Il commento del presidente della Cei all'indomani della conclusione del forum dell Congresso di Verona sulla Famiglia

La famiglia non è un fatto privato ma sociale e per questo le istituzioni devono occuparsene. All'indomani della conclusione del Congresso di Verona, monsignor Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, fa un lungo discorso proprio sul tema, aprendo i lavori del Consiglio Episcopale Permanente.

"Se non vogliamo rassegnarci al declino demografico, - ha dichiarato - ripartiamo da un'attenzione reale alla natalità; prendiamoci cura delle mamme lavoratrici, imparando a riconoscere la loro funzione sociale; confrontiamoci con quanto già esiste negli altri Paesi del Continente per assumere in maniera convinta opportune misure economiche e fiscali per quei coniugi che accolgono la vita. Vanno in questa direzione diverse proposte avanzate anche dal Forum delle Associazioni Familiari". "Le istituzioni pubbliche - ha aggiunto - non possono fare finta che la famiglia sia solo un fatto privato: ciò che avviene tra i coniugi e con i figli è un fatto sociale; e ogni essere umano che viene ferito negli affetti familiari, in un modo o nell'altro, diventerà un problema per tutti".

"La famiglia - ha sottolineato Bassetti - è il termometro più sensibile dei cambiamenti sociali: senza venir meno ai principi (visto che la famiglia non è un menù da cui scegliere ciò che si vuole) aiutiamoci a mettere a punto un pensiero sulla famiglia per questo tempo. Chi fosse sinceramente disponibile a questo passo (che è condizione per una società migliore) ci troverà sempre al suo fianco, forti come siamo di una ricca tradizione di cultura della famiglia".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata