Il discorso di scuse del Pontefice durante l'udienza generale: "Drammi simili non si devono più ripetere"

“Desidero esprimere alle vittime la mia tristezza, il mio dolore per i traumi che hanno subito e anche la mia vergogna, la nostra vergogna, la nostra vergogna, per la troppo lunga incapacità della Chiesa di metterle al centro della sua preoccupazioni”. Così Papa Francesco ha parlato del maxi scandalo di abusi sessuali su minori che ha investito la Chiesa in Francia durante l’udienza. “E’ il momento della vergogna – ha aggiunto -, incoraggio i vescovi a continuare a compiere sforzi affinché drammi simili non si ripetano” e “invito i cattolici francesi ad assumersi le loro responsabilità per garantire che la Chiesa sia una casa sicura per tutti”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata