Milano, 24 gen. (LaPresse) – Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e otto Stati hanno avviato una causa contro Google per chiedere lo smantellamento delle attività di tecnologia pubblicitaria del colosso delle ricerche, accusandolo di presunta monopolizzazione illegale del mercato della pubblicità digitale. Lo riferisce Bloomberg. “Google abusa del suo potere monopolistico per svantaggiare gli editori di siti web e gli inserzionisti che osano utilizzare prodotti di tecnologia pubblicitaria della concorrenza alla ricerca di risultati di qualità superiore o a basso costo”, ha dichiarato il Dipartimento di Giustizia nella denuncia, depositata presso la corte federale della Virginia. New York, California e Virginia sono tra gli Stati che l’hanno sottoscritta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata