Milano, 9 dic. (LaPresse) – Farideh Muradkhani, nipote della Guida suprema dell’Iran, Ali Khamenei, è stata condannata a tre anni di carcere dal Tribunale speciale per il clero. Lo rende noto il suo avvocato, Mohamad Aghasi, in un tweet. Inizialmente Farideh era stata condannata a 15 anni di prigione. Farideh, prima di essere arrestata, in un video aveva chiesto ai Paesi del mondo “amanti della libertà” di espellere gli ambasciatori iraniani come gesto di sostegno alle proteste nel Paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata