Bruxelles, 1 dic. (LaPresse) – L’Italia e altri 11 Stati chiedono una modifica della proposta della Commissione europea sul meccanismo di condizionalità sullo stato di diritto del 18 settembre nei confronti dell’Ungheria, che sospende 7,5 miliardi di fondi Ue a Budapest. E’ quanto è emerso dalla riunione degli ambasciatori Ue di oggi sul punto Ungheria all’interno dell’agenda del prossimo Ecofin previsto per il 6 novembre. Lo riferisce una fonte diplomatica Ue.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata