Bruxelles, 25 nov. (LaPresse) – Come spiega una fonte qualificata, l’Italia è consapevole che il Consiglio Ue straordinario Interni di oggi “rappresenta l’inizio di un importante percorso comune in sede Ue per definire e rendere operativi strumenti efficaci per governare insieme il fenomeno, tenuto conto che solo alla nostra frontiera marittima quest’anno sono già arrivati oltre 90.000 migranti, con un aumento superiore al 50% rispetto al 2021”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata