Milano, 24 nov. (LaPresse) – Ha preso il via poco dopo mezzogiorno davanti al gip di Pavia, Pietro Balduzzi, l’udienza preliminare sul caso del presunto rapimento di Eitan, il bambino di sei anni unico sopravvissuto alla strage del Mottarone. Sono imputati il nonno materno, Shmuel Peleg e il presunto complice Gabriel Alon Abutul, accusati di aver preso il bambino da casa della zia paterna Aya Biran (all’epoca sua tutrice) a Travacò Siccomario, alle porte di Pavia e di averlo portato a Lugano, da dove nonno e nipote hanno raggiunto Israele con un volo privato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata