Roma, 17 ago. (LaPresse) – “Renzi banalizza 90mila morti con una battuta. Mentre io e altri colleghi cercavamo di dare un contributo scientifico per limitare il numero di morti, se ne esce con battute” che dimostrano “banalità e cinismo senza precedenti”. Lo dice a LaPresse il microbiologo Andrea Crisanti, candidato dal Pd come capolista nel collegio Europa alle elezioni del prossimo 25 settembre. Il riferimento è agli attacchi ricevuto dal leader di Italia viva per le sue posizioni favorevoli al lockdown e ad altre restrizioni durante il periodo più duro della pandemia. “Penso che gli italiani non hanno bisogno di queste polemiche che dimostrano quanto ci sia bisogno di un contributo della scienza nel dibattito politico”, aggiunge Crisanti, replicando anche al leader della Lega Matteo Salvini: “Dobbiamo ringraziare che non fosse al governo altrimenti penso che di morti ce ne sarebbero stati molti di più, e forse ora staremmo dalla parte di Putin”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata