Mayville (New York, Usa), 13 ago. (LaPresse/AP) – Il procuratore distrettuale Jason Schmidt ha affermato che quello contro lo scrittore Salman Rushdie è stato “un attacco mirato, non provocato e premeditato”. Il 24enne Hadi Matar, secondo l’accusa, si è messo di proposito in condizione di fare del male a Rushdie, ottenendo un pass in anticipo per l’evento durante il quale l’autore avrebbe parlato e arrivando un giorno prima con un documento falso. Il giudice ha disposto l’arresto di Matar senza cauzione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata