Roma, 29 giu. (LaPresse) – Gli Stati Uniti hanno sanzionato cinque aziende cinesi per presunto sostegno all’esercito russo. Ne dà notizia l’emittente cinese Cgtn. La mossa ha scatenato la protesta da parte di Pechino che ha affermato che la Cina ha svolto un ruolo costruttivo nel promuovere i colloqui di pace e non ha fornito assistenza militare a nessuna parte nel conflitto. La Cina è sempre stata fermamente contraria alle sanzioni unilaterali e adotterà tutte le misure necessarie per salvaguardare i diritti e gli interessi legittimi delle sue società, ha detto l’ambasciata cinese negli Stati Uniti al Global Times.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata