Washington (Usa), 28 giu. (LaPresse) – Donald Trump sapeva che alcuni suoi sostenitori il 6 gennaio del 2021 erano armati. Lo ha riferito Cassidy Hutchinson, ex assistente dell’allora capo dello staff della Casa Bianca, Mark Meadows, testimoniando davanti alla Commissione della Camera che indaga sull’assalto a Capitol Hill. Secondo quanto affermato da Hutchinson, l’ex presidente si era lamentato del fatto che il Secret Service non avesse consentito ad alcuni suoi sostenitori di partecipare al comizio che stava tenendo a Washington il 6 gennaio, precedente l’assalto al Congresso, perché armati. Trump avrebbe chiesto al Secret Service di rimuovere i metal detector presenti nei punti di accesso al comizio, affermando che “non mi faranno del male”, in riferimento ai suoi sostenitori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata