Bruxelles, 27 giu. (LaPresse) – “Siamo d’accordo con l’approccio del RePowerEu” sulla concessione di autorizzazioni più rapide per le fonti rinnovabili, “noi abbiamo ridotto la pipeline di autorizzazione da 1200 giorni a 300 giorni nei primi sei mesi di quest’anno. In sei mesi ci sono arrivate richieste di connessione alla rete di 5,3 gigawatt di nuova centrale rinnovabile. Questo rispetto ai due gigawatt negli ultimi due anni”. Così il ministro per la Transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervenendo al Consiglio Ue Energia a Lussemburgo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata