Roma, 20 mag. (LaPresse) – “Le istituzioni hanno fatto la loro parte. Così il governo nazionale. Così l’Unione europea, che – si può rilevare – ha anticipato, per il terremoto dell’Emilia, quella svolta di segno espansivo e solidale, poi espressa in modo ampio e più compiuto con le politiche di contrasto e di rilancio seguite alla pandemia”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo a Medolla per la ricorrenza del 10° anniversario del sisma in Emilia del maggio 2012. “Tutto ciò che si è sviluppato positivamente ha un nome: cooperazione istituzionale. Che vuol dire confronto aperto, partecipazione, impegno, convergenza, e infine unità d’azione”, aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata