Milano, 19 mag. (LaPresse) – “Sento davanti alla Chiesa intera la responsabilità di quanto sta avvenendo in questa Aula e le confesso che ieri non sono mancati i momenti di sofferenza per l’umiliazione patita in certi tratti dell’interrogatorio. Mi duole dirlo, ma sono state avanzate domande, da parte dellì’Ufficio del Promotore, che hanno leso la mia dignità sacerdotale e la mia onestà personale”. Lo ha detto il cardinale Angelo Becciu in una dichiarazione resa oggi in Aula per il processo in corso in Vaticano per la compravendita del palazzo di Sloane Avenue a Londra,

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata