Roma, 17 mag. (LaPresse) – “Certamente la Russia risponderà” all’allargamento della Nato ma “siamo preparati”. Lo ha detto a LaPresse l’ambasciatore di Svezia a Roma, Jan Björklund, ex leader del Partito popolare liberale e già ministro dell’Istruzione, riguardo alle parole del presidente russo Vladimir Putin che ha annunciato una risposta all’adesione di Stoccolma ed Helsinki all’Alleanza atlantica.

“Una delle ragioni per cui abbiamo presentato domanda di adesione alla Nato è che la Russia è davvero imprevedibile, noi non sappiamo come reagirà, ma ovviamente capiamo che a Mosca non piace la richiesta di adesione di Svezia e Finlandia”, ha aggiunto l’ambasciatore, sottolineando che la Russia può “rispondere in diversi modi”. “Siamo abituati a questo, viviamo vicino alla Russia, e loro hanno consistenti risorse militari nel nostro vicinato e le usano regolarmente per provocare e violare i nostri confini, per esempio con gli aerei”, hanno “due grandi basi nucleari” vicino a noi, ha spiegato Björklund, “certamente faranno qualcosa, ma siamo preparati per questo, e anche la Finlandia lo è”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata