Milano, 17 mag. (LaPresse) – “Sono trascorsi cinquant’anni dal criminale agguato terroristico che stroncò la vita del Commissario Luigi Calabresi, servitore dello Stato democratico fino al sacrificio. La Repubblica non dimentica i suoi caduti. La memoria è parte delle nostre radici ed è ragione e forza per le sfide dell’oggi”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ricordando il commissario Luigi Calabresi, ucciso il 17 maggio di 50 anni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata