Roma, 27 gen. (LaPresse) – A mio parere “l’ingresso dell’Ucriana nella Nato non sarebbe vantaggioso” per l’Alleanza Atlantica. Lo ha detto a LaPresse lo storico e politologo Aldo Ferrari, docente all’Università Ca’ Foscari di Venezia e direttore del Programma Caucaso-Asia Centrale dell’Istituto per gli studi di politica internazionale. Tuttavia, ha precisato il professore, “non credo che la Nato possa fare un passo indietro” come chiesto da Mosca, “essendoci da un lato l’Ucraina che chiede di entrare nell’Alleanza, quindi si tratterebbe di respingere la richiesta di un Paese indipendente, subendo il ricatto di un Paese terzo”. La Nato, ha spiegato Ferrari, “non può accettare un diktat da parte russa”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata