Roma, 25 gen. (LaPresse) – L’inflazione elevata secondo il Fmi dovrebbe persistere più a lungo di quanto previsto nel World economic outlook di ottobre, a causa del persistere delle interruzioni della catena e dei prezzi elevati dell’energia. E’ quanto si legge nell’aggiornamento diffuso oggi. L’inflazione dovrebbe gradualmente diminuire con l’attenuarsi degli squilibri tra domanda e offerta nel 2022 e le risposte di politica monetaria nelle principali economie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata