Roma, 20 gen. (LaPresse) – In assemblea dei deputati M5S in vista dell’inizio delle votazioni per il nuovo presidente della Repubblica, dal gruppo arrivano indicazioni sulle preferenze. Ci sono interventi favorevoli all’elezione di Mario Draghi, ma qualcuno chiede ancora di tentare la strada del Mattarella bis. Ci sono poi interventi, come quelli del presidente della commissione Politiche Ue, Sergio Battelli, con cui viene chiesto ai vertici pentastellati di “mettere meno veti possibile” (tranne che su Silvio Berlusconi) per essere “più in partita”. E che Draghi resta un nome spendibile, ma l’attenzione dell’esponente M5S è anche su Matteo Renzi: perché al leader di Iv va fatta molta attenzione, soprattutto dal quarto scrutinio in poi, quando il quorum si abbasserà e lì “potrebbe tirarci qualche brutto scherzo”. Favorevoli, invece, al passaggio del premier al Quirinale, viene riferito da chi partecipa all’assemblea, gli interventi dell’ex vice ministro Stefano Buffagni e il deputato Gianluca Vacca.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata