Roma, 16 gen. (LaPresse) – Novak Djokovic “può tornare in Serbia dove è sempre benvenuto e guardare tutti negli occhi a testa alta”. Sono le parole del premier serbo Aleksandar Vucic dopo che la corte australiana ha confermato l’espulsione dal Paese del campione di tennis perché non vaccinato. Vucic, che ha rivelato di aver parlato con il fuoriclasse della racchetta ha detto che le autorità hanno “maltratto il miglior tennista per 11 giorni per consegnarli poi una decisione che avevano preso il primo giorno”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata