Roma, 16 gen. (LaPresse) – L’espulsione di Djokovic dall’Australia “è l’epilogo più naturale di questa vicenda ed è giusto così”. Lo dice a LaPresse l’ex campione di tennis azzurro Adriano Panatta. “Non vedo come l’Australia potesse concedere il visto – aggiunge – lui ha commesso grossi errori, ha creato un caso internazionale quando poteva farne a meno”. Secondo Panatta la gran parte delle persone “sono rimaste deluse” dal serbo anche se “i no vax ci saranno sempre”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata