Washington (Usa), 30 nov. (LaPresse/AP) – La moglie del boss messicano della droga Joaquin ‘El Chapo’ Guzman è stata condannata a tre anni di carcere dopo essersi dichiarata colpevole di aver aiutato il marito a gestire il suo impero criminale multimiliardario. Emma Coronel Aispuro ha anche aiutato El Chapo a pianificare una fuga attraverso un tunnel scavato sotto una prigione in Messico nel 2015 fornendogli un orologio Gps nascosto nel cibo. I pubblici ministeri avevano chiesto quattro anni di carcere durante il processo alla corte federale di Washington, ma il giudice distrettuale degli Stati Uniti Rudolph Contreras ha imposto un termine più breve, affermando che il ruolo della donna era un piccolo pezzo di un’organizzazione molto più grande. Gli avvocati della difesa hanno anche sottolineato che aveva 17 anni quando ha incontrato Guzman e lo ha sposato per il suo 18esimo compleanno. “Era una minorenne molto impressionabile sposata con un uomo potente di più di tre decenni più vecchio”, ha detto Jeffrey Lichtman.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata