Milano, 26 nov. (LaPresse) – “La lettera propone l’accordo di ‘ricollocamento’: ovviamente non è ciò di cui abbiamo bisogno per affrontare il problema. Abbiamo bisogno che gli inglesi inviino agenti di protezione in Francia per esaminare le domande di asilo che li riguardano dal territorio francese”, ha detto ancora Attal. Ha anche confermato che alla riunione di domenica non parteciperà il ministro degli Interni francese, Gérald Darmanin, ma “tutta l’Europa si aspetta da parte dei britannici un partner con cui poter lavorare”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata