Firenze, 24 nov. (LaPresse) – “Tutto il Paese, come ben sapete, è in una stagione di grandi riforme. Riforme dettate, per quanto riguarda la giustizia, dall’esigenza di consegnare all’Italia delle nuove generazioni un servizio sempre più efficiente e vicino ai bisogni dei cittadini. Il contesto in cui ci troviamo ad operare in questa precisa fase storica richiede di potenziare enormemente la capacità organizzativa dei singoli uffici. È inutile dire che un’adeguata formazione – per modulare e adeguare le capacità di gestione – è indispensabile per il perseguimento degli ambiziosi obiettivi di riduzione del 40% dei tempi del processo civile e del 25% del penale in cinque anni, che ci siamo impegnati a conseguire con l’Europa. L’istituzione dell’Ufficio per il processo porterà una grande trasformazione nel modo di organizzare e condurre il lavoro giudiziario. Sarà uno spartiacque del modo stesso di intendere il lavoro del magistrato”. Lo ha detto il ministro della Giustizia, Marta Cartabia, intervenendo alla cerimonia per il decennale della scuola superiore della magistratura, nella villa di Castel Pulci, sulle colline di Scandicci (Firenze).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata