Roma, 26 ott. (LaPresse) – “Da oggi la parità salariale è legge dello stato! Un risultato di grande importanza e civiltà”. Lo scrive il garante M5S, Beppe Grillo, sui suoi canali social, rilanciando un post sul suo blog. “La parità salariale è legge! Con il via libera della commissione Lavoro del Senato, presieduta da Susy Matrisciano, da oggi il Testo unificato sulla parità salariale è legge dello Stato. Un risultato di grande importanza e di civiltà per il nostro Paese, al quale il Movimento 5 Stelle, che già alla Camera aveva lavorato con tenacia al provvedimento (sin dal 2018 quando Tiziana Cipriani portò la proposta di legge in parlamento) ha dato un contributo fondamentale – commenta il co-fondatore del Movimento 5 Stelle -. La parità salariale ha un forte impatto sociale ed economico: il divario retributivo uomo-donna ogni anno costa al nostro Paese circa l’8% del Prodotto interno lordo. Secondo una recente classifica di Eurostat, le mamme italiane risultano le più disoccupate in Europa (la paternità non sembra incidere affatto sull’occupazione maschile) e quando lavorano, pur in presenza di elevati livelli di istruzione e a parità di competenze e mansioni, non percepiscono salari equivalenti a quelli dei loro colleghi uomini”. (Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata