Milano, 25 ott. (LaPresse) – “Il comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’Ema ha concluso che una dose di richiamo del vaccino contro il COVID-19 Spikevax (Moderna) può essere presa in considerazione nelle persone di età pari o superiore a 18 anni”. Lo rende noto l’Agenzia europea per i medicinali. “Ciò segue i dati che mostrano che una terza dose di Spikevax somministrata da 6 a 8 mesi dopo la seconda dose ha portato a un aumento dei livelli di anticorpi negli adulti i cui livelli di anticorpi stavano diminuendo. La dose di richiamo consiste nella metà della dose utilizzata per la vaccinazione primaria”, spiega l’Ema.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata