Milano, 24 ott. (LaPresse) – “Certi risultati e prestazioni sono inaccettabili dopo aver dimostrato competitività con altre squadre. Stiamo pensando di andare in ritiro per qualche giorno per capire cosa c’è nella testa di tutti”. Lo ha detto Maurizio Sarri, allenatore della Lazio, parlando in conferenza stampa al termine della partita con il Verona dopo un lungo summit nello spogliatoio. Dopo il primo tempo “c’erano i presupposti per rientrare in partita, ma il loro livello di aggressività era superiore al nostro e quindi cono tante palle perse poi diventa un problema”, ha spiegato. “Mi aspettavo una squadra più consapevole dell’importanza di questa partita, stiamo mostrando grandi limiti a livello di continuità”, ha detto ancora Sarri. “Non si può vincere con Inter e Roma per poi perdere a Bologna e Verona con tutto il rispetto degli avversari. Non è un rendimento logico e questo mi fa pensare che dobbiamo fare dei passi avanti enormi”, ha proseguito. “E’ vero che l’Europa League è massacrante, sia a livello fisico che nervoso, ma oggi c’erano solo 2 giocatori che avevano fatto 90 minuti giovedì”, ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata